Qualità ambientale: male il Lazio, due record negativi per Frosinone

Qualità ambientale: male il Lazio, due record negativi per Frosinone

Presentato ieri il rapporto di Legambiente, Istituto di Ricerche Ambiente Italia e Il Sole 24 ORE​ sulla qualità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani.

Nel Lazio bene solo Rieti, al 21esimo posto nella classifica dei capoluoghi per qualità dell’ecosistema urbano.

Male, invece, Roma (83esimo posto), Latina (85esimo), Viterbo (93esimo) e Frosinone (94esimo).

Il capoluogo ciociaro vanta due non invidiabili record:

  • il superamento della soglia di guardia per le polveri sottili 110 giorni l’anno;
  • una quantità di perdite nella rete idrica pari al 73,8% dell’acqua immessa.

Latina è tra le peggiori città italiane per quel che riguarda i servizi di trasporto pubblico: nemmeno 15 viaggi per abitante in un anno.

Roma è l’unica tra le città laziali a registrare qualche risultato positivo.

La Capitale appare nelle prime dieci posizioni per indicatori come il numero annuale di passeggeri e chilometri percorsi del trasporto pubblico e per i chilometri totali di piste ciclabili; se la cava tuttavia piuttosto male nel consumo pro-capite di energia elettrica (1.449 kWh/utenza) – seconda maggiore utilizzatrice in Italia dopo Cagliari – e per le emissioni di biossido di azoto – terza nell’intero Paese dopo La Spezia e Torino.

Per approfondire:
[Foto di copertina | “Panorama di Frosinone dal «Belvedere»” | Syd00 | Licenza CC 3.0 Unported]

Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *